PORTO I CAPELLI COME WALTER B.

Massimo Marcheggiani

19,90

COD: 356 Categorie: ,

PORTO I CAPELLI COME WALTER B.

di Massimo Marcheggiani

«Un percorso, il mio, che non è stato proprio una passeggiata… anni e anni di convivenza con un Io non particolarmente amato, stimato né accettato; […] di lavori onesti ma senza prospettive. […] idee sul proprio futuro assolutamente confuse… Poi ho cominciato a scalare, a seguire questa strada che mi ha dato sicurezza interiore, autostima, piacere nel fare ciò che faccio».

Massimo Marcheggiani, Porto i capelli come Walter B.

«Massimo Marcheggiani è tra i miei alpinisti preferiti, capace di fare sognare intere generazioni con prime salite, prime invernali, prime solitarie. Un uomo completo e forse troppo poco conosciuto nei salotti dell’alpinismo, ma proprio questo amplifica il personaggio. Con Porto i capelli come Walter B. Massimo e i suoi meravigliosi compagni di cordata ci conducono in momenti di vita e di alpinismo veri, da cui gli amanti della montagna devono solo prendere esempio».

Ivo Ferrari

Nato a Frascati nel settembre del 1952, MASSIMO MARCHEGGIANI è uno di quegli alpinisti che agiscono quasi in sordina: pur avendo compiuto imprese importanti sia nella sua terra d’origine che in varie parti del mondo, si racconta refrattario a  qualsiasi forma di protagonismo e di smania agonistica, mettendo sempre al centro delle sue narrazioni il significato essenziale di ogni scalata, che sta nella sfida con sé stesso e nello sconfinato amore per l’ambiente alpino ad ogni latitudine. “Io non faccio l’alpinista. Lo sono” è una delle sue frasi più celebri e una di quelle che meglio rappresentano il suo modo di vivere la montagna. Montagna che ha scoperto tardi, a 23 anni, dopo aver fatto mille lavori per potersi mantenere, data la provenienza da una famiglia poco abbiente e un tormentato percorso scolastico.
Cresciuto in un paese dove la parola alpinismo non esisteva, insieme a due amici fraterni ha sviluppato un approccio autodidatta alla montagna, che lo ha portato fino a divenire, insieme a Cantalamessa, l’alpinista col maggior numero di prime invernali sulla più complessa, difficile e isolata parete dell’intero Appennino Centrale: Il Paretone del Gran Sasso.
La prima volta che ha messo piede al Monte Bianco ha salito la Ovest della Aiguille Noire de Peuterey e subito dopo la
Walker alle Grandes Jorasses; ha compiuto 15 spedizioni extraeuropee, dove ha salito sette vette inviolate tra cui il Bhagirathi Karak di 6702 m e la spettacolare Neverseen Tower nell’Himachal Pradesh in India. In Patagonia ha ripetuto la via Franco-Argentina in 26 ore no-stop, con l’indimenticabile Tiziano Cantalamessa. Sempre con Cantalamessa ha tentato poi la via Casarotto all’Huascarán Nord e la via dei Polacchi alla parete Rupal del Nanga Parbat.
Da molti anni vive di alpinismo e dei suoi derivati: ha costruito e gestisce una grande parete artificiale per l’arrampicata sportiva indoor, ha pubblicato due libri, Una scelta e Tu non conosci Tiziano, per la S.E.R edizioni e da diversi anni è responsabile per le coreografie aeree a grandi altezze per la compagnia di teatro-danza Kitonb con esibizioni in mezzo mondo.
A 67 anni continua, con piacere e passione, l’attività alpinistica sia estiva che invernale.

Anno: 2019
ISBN: 978-88-85475-94-6
Pagine: 224
Codice: R 54
Copy link