slackline-600

L’ ARTE DELLA SLACKLINE

Materiali e tecniche per la pratica della trickline, longline e highline
Sirio Izzo

32,00

COD: 263 Categoria:

Questo libro è prima di tutto una guida per chi vuole percorrere la strada della slackline in tutte le sue forme, dalla trickline alla longline fino alle highline.

Vuole essere un punto di riferimento per chi approda, anche “da solo”, a questo mondo e sente il bisogno di apprenderne le giuste tecniche. La slackline necessita infatti di nozioni su tecniche di montaggio, corretto uso dei materiali, nonché di piccoli trucchi da conoscere per evitare di sbagliare o di farsi male. In questo lavoro sono concentrate tutte le basi di questa disciplina e si possono trovare anche molti consigli pratici oltre alle tecniche per eseguire i primi tricks, ma anche quelle per camminare su longline e su highline.

Lo “Slacklining”, ovvero l’arte di camminare su una “slackline” (letteralmente, linea lasca) arriva dagli Stati Uniti, più precisamente dalla California. Qui, nei primi anni Ottanta, Adam Grosowsky e Jeff Ellington iniziarono, come passatempo, ad allenare l’equilibrio su corde, catene, e successivamente fettucce. Forse, inconsapevolmente, stavano creando l’epicentro per una nuova disciplina, che si sarebbe diffusa in tutto il mondo.
Se si pensa che il record mondiale nel 2005 era di un centinaio di metri, e che oggi i 100 metri sono il primo grande traguardo per un principiante che si dedica alla longline, si deduce facilmente l’enorme salto di livello che questo sport ha avuto negli utlimi dieci anni.

La slackline è un’attivita che unisce le persone.
In questa guid aho sempre inteso la slackline come uno sport o un’attività sportiva. Personalmente la considero come uno sport, ma riconosco che qualcuno possa non essere d’accordo. Mi è già capitato di affrontare questo discorso con altre persone che vedono la slackline come un’attività troppo distante dagli altri sport per essere definita come tale.
Io tuttavia ritengo che sia il concetto di sport che debba adeguarsi anche ad attività così distanti dai comuni sport di squadra che siamo abituati ad associare alla definizione di “sport”.
Però, se mi venisse chiesto quale sia la definizione che meglio descrive tutto il mondo della slackline, risponderei che è un’arte. Penso che la parola arte sia quella che meglio definisce un’attività come la slackline. Sebbene nella lingua italiana sia un termine principalmente associato alle arti figurative o talvolta a tecniche manuali lavorative, come per esempio “l’arte di soffiare il vetro”, io intendo la parola arte con un significato più ampio e meno legato all’opera artistica. Mi piace ricordare che le arti marziali si chiamano a tutti gli effetti “arti” e che, in inglese, una persona che le pratica viene definito “martial artist”.
Fa parte dunque del mio concetto di arte anche l’arte marziale, che è l’arte del combattimento, l’arte di imparare tecniche e migliorare il proprio stile. In questo senso, la slackline e le arti marziali (ma non solo quelle!) si somigliano molto: penso che in questo senso la slackline abbia più punti in comune con le arti marziali che con un comune sport.
(dall’introduzione dell’Autore)

I contenuti di questo manuale:

Presentazione
1. Introduzione alla slackline
– Breve storia della slackline
– Varianti e stili

2. La tecnica
– Trickline. Base dei trick e tecnica dei trick più facili
– Longline, la camminata pura
– Tecniche di camminata su highline

3. Materiali e tecniche di tensionamento
– Tutto ciò che serve per la slackline
– Le trickline e il montaggio con cricchetti
– Metodi di tensionamento per longline
– Tecniche per il montaggio di highline

4. L’etica e la vita attorno alla slackline
– La community della slackline

5. Bibliografia e link utili

6. Dizionario

L’opera è corredata di interviste ai protagonisti di questa disciplina, come Lukas Huber, Salvatore Daniele, Benjamin Kofler.

L’Autore

Sirio Izzo, nato a Milano il 31 dicembre 1986, si dedica fin da piccolo alle arti marziali. Inizia a praticare judo all’età di 5 anni, e a 20 scopre la capoeira. Da allora si dedica all’attività sportiva e all’insegnamento, soprattutto ai bambini. E’ istruttore di Judo e di Gioco-Judo, adattato ai bambini in età prescolare.
Scopre per la prima volta la slackline a Milano, in occasione di un’esibizione dei mitici “Frenchies”, Julien Millot e Trancrede Melet, ma avrà occasione di provarla solo in Brasile, nel 2011.
Tornato dalle vacanze si dedica sempre di più alla slackline, viaggiando e incontrando altri praticanti, all’epoca pochissimi.
Nel 2013, assieme a due amici, fonda l’associazione Slackline Italia e si dedica alla diffusione dello slacklining nel nostro paese. Ogni primavera organizza lo “Slackline Meeting Milano”, uno dei maggiori ritrovi in Italia, giunto nel 2016 alla quinta edizione. Attraverso l’associazione organizza anche incontri, esibizioni e workshop per fornire un punto di riferimento a chi si avvicina a questo sport.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

PDF

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page
Anno: 2016
ISBN: 978-88-98609-62-8
Pagine: 212
Codice: P11

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

Ti potrebbe interessare…